Golden Goose Venezia Indirizzo

Una donna che scrive col rossetto sullo specchio: mai smettere di provare. Un ascensore, una modella, il ragazzo della pizza a domicilio. Un ristorante a Parigi: a tavola, in cucina. Vedi2) Bhéal an tha letteralmente la boccadel guado è anche una località oggi nota come Ballina una città sul fiume Moynella conta di Mayo. L è però relativamente recente (fine XVsecolo)Na Bealtaine è più probabile che si riferisca a un toponimoBeulteinecosì come era chiamato il luogo della festa di Beltane al confine tra la contea di Armagh e quella di Louth, a Kilcurry, oggi ci sono solo un piccolo tumulo con le rovine di una vecchia chiesa. Tutte le versioni raccolte nell descrivono un raggio intorno a questa località di circa venti migliaBbg na Bealtaine, altre melodieLa Lugh (Eithne N Uallachin Gerry O’Connor) inBrighid’s Kiss1995.

Insomma, qualcuno storcerà il naso se si parla di contenuto e di morale per questo film. Però se vi viene il dubbio che sia una storia, diciamo, di fantascienza intendendo che non ha reali agganci con la realtà. Sappiate che è più realistica di quanto sembra.

Romanzo di formazione e diario intimo farcito di una strepitosa colonna sonora e di sequenze memorabili, è il frutto di un maturo lavoro di scrittura premiato con l’Oscar per la Miglior sceneggiatura e di una regia tanto attenta quanto libera nell’abbandonarsi al ricordo e all’affetto.Dopo il nuovo successo di critica e pubblico, il produttore/attore Tom Cruise lo vuole ancora al timone del suo Vanilla Sky (2001), remake americano dello spagnolo Apri gli occhi (1997) di Alejandro Amenbar. Nonostante le buone interpretazioni degli attori e l’ineccepibile confezione generale, questa riflessione sul confine tra sogno e realtà poco aggiunge all’originale, lasciando nello spettatore una sensazione di inutilità. Abbandonati i poco congeniali contorni thriller, il regista abbraccia ancora quel gusto Pop che lo ha reso uno dei più celebri nomi della sua generazione con il delizioso Elizabethtown (2005), autobiografico e anomalo road movie sull’incontro tra un designer d’abbigliamento depresso e una hostess ottimista.Nel 2011 si rivolge nuovamente alla sua prima passione con due documentari: The Union, dedicato ad un album di Elton John e Leon Russell, e Pearl Jam Twenty (2011), storia della ventennale carriera musicale del gruppo chiave della scena musicale di Seattle.

Dopo Magic Mike e Ocean’s 8, Steven Soderbergh ritorna all’introspezione femminile e a temi come l’insanità mentale. “Il semplice fatto di avere una donna protagonista rende qualsiasi storia più drammatica, loro hanno ostacoli da superare che non hanno gli uomini”, spiega il regista di Side Effects (2013). Una storia inquietante quanto verosimile, Unsane racconta in modo realistico ciò che accade a tante donne vittime di stalking.

Lascia un commento